Archivi categoria: M5S NAZIONALE

#CiaoGianroberto

ciao_gianroberto

Questa mattina è mancato Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del MoVimento 5 Stelle.
Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia.
Gianroberto ha lottato fino all’ultimo.

Sono un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive.” Gianroberto Casaleggio (dalla lettera al Corriere della Sera del 30 maggio 2012)

#Referendum17Aprile: ecco i materiali M5S da scaricare e diffondere

MEME_trivelle_referendum

Il 17 Aprile si avvicina. Sarà per il nostro Paese un grande giorno, in cui finalmente i cittadini italiani diranno la loro sull’opportunità di fermare le trivellazioni di petrolio in mare.

Ma in verità, quel voto non sarà solo una risposta al quesito referendario sulle piattaforme petrolifere. Sarà un modo per segnalare come la pensiamo davvero sull’energia fossile, e soprattutto sulla direzione che vogliamo dare allo sviluppo del nostro Paese. Camminare come i gamberi, all’indietro, continuando a sostenere energia inquinante di due secoli fa? Mantenere la barra ferma su un concetto di sviluppo legato al profitto delle multinazionali e alla devastazione del territorio?
Oppure cambiare radicalmente direzione e avviarci finalmente verso un futuro pulito, e anche autosufficiente?

Il 17 Aprile si deciderà molto più del destino delle trivelle in mare. Per questo è importantissimo che tutti vadano a votare e che il referendum raggiunga il quorum necessario a far vincere il SI, e ci si potrà riuscire solo se più gente possibile sarà informata ed aiutata a capire. Se volete fare la vostra parte, ecco alcuni materiali messi a disposizione dal M5S: testata e meme Facebook, testata profilo Twitter, e un volantino da distribuire e far leggere.

Potete scaricarli DA QUI.

#SVEGLIATITALIA

12507284_1071083089590002_6777017748662428967_n

NOI CONTINUEREMO A LOTTARE PER IL MATRIMONIO EGUALITARIO MA…

nel momento in cui il Parlamento Italiano si accinge a discutere una legge sulle unioni civili – il DDL Cirinnà – come in altre città in tutta Italia scendiamo anche noi in piazza per sensibilizzare cittadinanza e istituzioni, per fare insieme un passo verso un’Italia più civile e con meno discriminazioni.

Prendiamo la sveglia dal comodino, stacchiamo l’orologio dal muro, ritiriamo fuori quello da polso, settiamo la sveglia sullo smartphone e portiamo tutto in piazza per un flash mob che sveglierà l’Italia sul tema dei diritti. Faremo suonare nello stesso momento tutto quello che avremo, batteremo il tempo con le mani sulle lancette e alzeremo i nostri cuori egualitari per far capire a chi ci governa che il tempo è davvero scaduto. Perché è davvero ora che in Italia ogni amore venga riconosciuto e che i figli di tutte e tutti siano tutelati. È ora, insomma, di essere civili e di fare un primo passo verso la piena uguaglianza. È ora, ed è già troppo tardi.

#SVEGLIATITALIA

Il Coordinamento Torino Pride GLBT vi aspetta in Piazza Carignano dalle 15:30 con la forza, l’allegria, le sveglie, la voce, gli occhi, il cuore e il costante impegno nella battaglia dei diritti civili.

SIATECI! E FATEVI SENTIRE INSIEME A NOI! FACCIAMO RISUONARE I NOSTRI DIRITTI.

“L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non prevede nessun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso. Le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non godono delle stesse opportunità degli altri cittadini italiani pur pagando le tasse come tutti. Una discriminazione insopportabile, priva di giustificazioni. Il desiderio di ogni genitore è che i propri figli possano crescere in un Paese in cui tutti abbiano gli stessi diritti e i medesimi doveri. Chiediamo al Governo e al Parlamento di guardare in faccia la realtà, di legiferare al più presto per fare in modo che non ci siano più discriminazioni e di approvare leggi che riconoscano la piena dignità e i pieni diritti alle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese. La reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare, il pieno riconoscimento dei diritti per i bambini figli di due mamme o di due papà, sono solo alcuni dei diritti attualmente negati. Questioni semplici e pratiche che incidono sulla vita di milioni di persone. Noi siamo sicuri di una cosa: gli italiani e le italiane vogliono l’uguaglianza di tutte e di tutti.”

REDDITO DI CITTADINANZA

MoVimento_5_Stelle_logo

REDDITO DI CITTADINANZA

NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO

COS’E’?

780 EURO AL MESE LEGATO AL NUMERO DI COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE, NON È PIGNORABILE E NON È SOGGETTO A TASSAZIONE.

REQUISITI

  • AVERE PIÙ DI 18 ANNI
  • ESSERE DISOCCUPATO
  • PERCEPIRE UN REDDITO DI LAVORO INFERIORE ALLA SOGLIA DI POVERTÀ (780,00€)
  • PERCEPIRE UNA PENSIONE INFERIORE ALLA SOGLIA DI POVERTÀ

OBBLIGHI

  • ISCRIVERSI PRESSO I CENTRI PER L’IMPIEGO E RENDERSI SUBITO DISPONIBILE A LAVORARE
  • INIZIARE UN PERCORSO PER ESSERE ACCOMPAGNATO NELLA RICERCA DEL LAVORO DIMOSTRANDO LA REALE VOLONTÀ DI TROVARE UN IMPIEGO
  • OFFRIRE LA PROPRIA DISPONIBILITÀ PER PROGETTI COMUNALI UTILI ALLA COLLETTIVITÀ (8 ORE SETTIMANALI)
  • COMUNICARE TEMPESTIVAMENTE QUALSIASI VARIAZIONE DEL REDDITO

QUANTO COSTA?

IL COSTO DEL REDDITO È DI CIRCA 17 MILIARDI DI EURO

CHI POTRÀ USUFRUIRNE?

LE PERSONE CHE POTRANNO USUFRUIRNE SONO OLTRE 9 MILIONI

LE COPERTURE

  • AUMENTO TASSAZIONE GIOCHI D’AZZARDO (PREU): 600 MILIONI
  • AUMENTO TASSE ALLE GRANDI IMPRESE DEL PETROLIO E DEL GAS, SENZA AUMENTO DEI PREZZ AL CONSUMO: 1,2 MILIARDI
  • VERA RIDUZIONE DEI COSTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E DEI COSTI DELLA POLITICA (TAGLIO INDENNITÀ PARLAMENTARI, ELIMINAZIONE ENTI INUTILI, TAGLIO AGLI AFFITTI DELLA P.A., TAGLIO ALLE SPESE DI CONSULENZA DELLA P.A., TAGLIO AUTO BLU): 1,1 MILIARDI
  • RISPARMIO SPESE P.A. PER ACQUISTO DI BENI, SERVIZI E FORNITURE DI PRODOTTI: 4,5 MILIARDI
  • IMPOSTA SULLE GRANDI RICCHEZZE: DA 2 A 4 MILIARDI
  • TAGLIO ALLE PENSIONI D’ORO E DIVIETO DI PENSIONI CUMULATIVE: 740 MILIONI
  • TAGLI ALL’EDITORIA PER UNA INFORMAZIONE VERA: 60 MILIONI
  • TAGLIO SPESE MILITARI (MENO ARMAMENTI PIÚ SPESA SOCIALE): 3,5 MILIARDI
  • QUOTA 8 PER MILLE: 600 MILIONI
  • QUOTA 2 PER MILLE (PARTITI POLITICI): CIRCA 45 MILIONI + RIDUZIONE 25% CONTRIBUTI FINO 2017
  • RIDUZIONE SGRAVI FISCALI PER BANCHE E ASSICURAZIONI: 580 MILIONI

Raccolta firme #FUORIDALL€URO.

meme_fuori

Prosegue la raccolta firme  #FUORIDALL€URO.

La raccolta proseguirà:

– sabato 24/01/2015 in piazza Umberto I dalle ore 15,00 alle ore 18,30

– sabato 31/01/2015 in via Roma 47 dalle ore 15,00 alle ore 18,30